• 70_orchidee_250
  • 70_quelchecedasapere
  • 70_rinnovabili_500
  • 70_rischio_500
  • 71_cave_500
  • nano_pico

Seguici su

Ancora incentivi alla megapale eoliche?

Errare è umano, perseverare è diabolico

COMUNICATO STAMPA  - 29/05/2014

Lettera al Governo delle associazioni ambientaliste Italia Nostra, LIPU, Amici della Terra, Mountain Wilderness, Altura, Comitato per la Bellezza, Comitato Nazionale del Paesaggio, Movimento Azzurro, Associazione Italiana per la Wilderness Italia, Verdi Ambiente e Società (VAS), Asso Tuscania, Pro Natura, ENPA, contro il nuovo decreto. Perché destinare nuovi incentivi alle fonti rinnovabili elettriche (in particolare all'’eolico industriale) se abbiamo raggiunto gli obiettivi europei con 7 anni di anticipo?

Eolico a Tuscania e Orvieto


ROMA, 7 Maggio 2015
Monica Tommasi ha partecipato oggi alla conferenza stampa tenuta alla Camera dei Deputati nella duplice veste di delegata per il comitato contro l'eolico del monte Peglia e neopresidente degli Amici della Terra, per impedire la realizzazione degli impianti eolici intorno al duomo di Orvieto e alla chiesa di San Pietro in Tuscania, insieme a tredici associazioni ambientaliste, ai sindaci di Orvieto e Tuscania e a Francesco Scoppola della direzione Beni e Paesaggio del MIBACT.

Pregiudizi da smaltire (definitivamente)

da Nuova Energia 1/2015

di Rosa Filippini

Miti e tabù paralizzano i sistemi di gestione dei rifiuti

Con la Conferenza Chiudere il Cerchio, tenuta a Milano lo scorso autunno, gli Amici della Terra hanno ripreso l’iniziativa contro l’emergenza rifiuti divenuta endemica in gran parte del territorio nazionale - ora persino nella Capitale - al punto da non fare più notizia e di essere diventata marginale nel dibattito politico, confinata fra le tecnicalità, la cronaca nera e quella giudiziaria.

Scarica l'articolo in pdf 

Rifiuti urbani. Primo: abbattere i pregiudizi contro il recupero energetico

di Rosa Filippini

pubblicato da AgiEnergia mercoledì 11 febbraio 2015

Gli Amici della Terra hanno sostenuto la scelta del Governo di introdurre nel Decreto Legge“Sblocca Italia” un intero articolo (art. 35) con lo scopo di dotare finalmente il Mezzogiorno degli impianti di recupero e di termovalorizzazione necessari all’autosufficienza, di ottimizzare in tutta Italia l’uso di quelli già esistenti, di arrestare l’esportazione di rifiuti urbani all’estero e superare lo stato di infrazione delle normative UE per l’uso abnorme che ancora viene fatto delle discariche nella gestione dei rifiuti urbani.

Leggi tutto

Staffetta alla presidenza degli Amici della Terra: il testimone passa da Rosa Filippini a Monica Tommasi.

COMUNICATO STAMPA

Roma, 22 Aprile 2015
45 anni, ingegnere, pendolare fra Roma e Orvieto , la città dove abita, Monica Tommasi è la nuova Presidente degli Amici della Terra, la storica associazione ambientalista nata nel 1978. Il 14° Congresso nazionale degli Amici della Terra che si è tenuto a Roma sabato 18 aprile ha segnato, infatti, l’avvicendamento alla guida dell’associazione dopo i venti anni nei quali la Presidenza è stata tenuta da Rosa Filippini.

Da parte sua Filippini ha precisato di mantenere la disponibilità a lavorare per l’Associazione con immutato impegno ma a sostegno della nuova Presidente. A garanzia di questo impegno ha accettato di entrare a far parte della Direzione insieme a Leonello Serva, Michele Salvadori e Tommaso Franci.

Da otto anni nell’ufficio studi degli Amici della Terra, Monica Tommasi ha anche costituito il club degli Amici della Terra di Orvieto ed è animatrice dei comitati dei pendolari delle ferrovie del centro Italia. “In questi anni trascorsi agli Amici della Terra – ha detto -mi sono resa conto che la politica ambientale non è una politica del NO e nemmeno una politica del SI: quasi sempre è una politica del DIPENDE, per la quale sono importanti il "come", il "quanto", il "perchè".

“Nella mozione approvata – continua Tommasi - abbiamo voluto richiamare uno storico slogan dell’Associazione, eppure del tutto attuale come “Ecologia è buongoverno” per significare che la politica che ci interessa è quella che rifugge la demagogia, che entra nel merito dei problemi e consente di conoscere, verificare e scegliere. E’ su questi elementi che intendiamo raccogliere l’adesione di vecchi e nuovi soci. Ed è significativo che Mario Signorino, che coniò questo slogan nel 1991, abbia accettato la nomina a Presidente onorario dell’Associazione”.

Altro elemento trattato dal Congresso è stato la presa d’atto dell’esclusione degli Amici della Terra da parte della rete dei Friends of the Earth International. Nessun rimpianto è stato espresso dai delegati ma solo il rammarico per il settarismo che ormai domina FoE International. Nella mozione approvata, a proposito della necessità di creare nuovi legami internazionali, si legge: “Esistono molte buone esperienze di lotte ambientaliste e molti buoni esempi di politiche ambientali nel mondo. Occorre che non si disperdano e che si crei un ambito adatto a valorizzarle e a riprodurle.”

La documentazione del Congresso è consultabile a questo indirizzo

E’ ora di cambiare la tariffa progressiva

COMUNICATO STAMPA

ROMA, 19-3-2015

Gli Amici della Terra sulla riforma della tariffa elettrica

Filippini: “ Promuovere gli usi efficienti del vettore elettrico, privilegiare la comprensibilità delle bollette e la tutela delle utenze disagiate”

Un nuovo obiettivo: ridurre l'intesità energetica

da Nuova Energia 6/2014

di Tommaso Franci

Proposta per coniugare efficienza e competitività

Nella seconda metà del 2014 sono stati definiti i principali strumenti d'indirizzo per gli 2020 delle politiche italiane di promozione dell'efficienza energetica ed è stato definito il quadro 2030 per le future politiche dell'energia e del clima dell'Unione Europea

Scarica l'articolo in pdf