MED4EBM locandina

  • MED4EBM cop

Mediterranean Forum For Applied Ecosystem-Based Management

 

Il Progetto MED4EBM (Mediterranean Forum For Applied Ecosystem-Based Management) è un progetto di partenariato finanziato dal programma ENI CBC MED 2014-2020.  

LO SCOPO DI MED4EBM

Il Progetto mira a promuovere la Gestione Ecosistemica (EBM) integrata delle zone costiere e marine (ICZM) valorizzando le capacità e le conoscenze dei vari stakeholder e attori istituzionali coinvolti nella gestione di tali zone, e ad istituire una piattaforma di cooperazione e coordinamento.

Le istituzioni e le altre parti interessate alla Gestione Ecosistemica integrate potranno avvalersi di questa piattaforma come supporto per prendere decisioni informate e in tempo reale sulla pianificazione e la gestione delle risorse costiere e marine, coordinandosi efficacemente sul campo.

Il Progetto si sviluppa in 4 paesi del Mediterraneo (Giordania, Libano, Tunisia e Italia); l’area di interesse del Progetto in Italia è il Golfo di Corigliano.

QUALI OPPORTUNITA' OFFRE MED4EBM

MED4EBM propone l'utilizzo di strumenti innovativi per affrontare le principali questioni che spesso limitano l’effettiva applicazione della Gestione Ecosistemica integrata nelle zone marine e costiere EB-ICZM.
Le maggiori difficoltà cui vanno incontro decisori politici e stakeholder coinvolti nell’applicazione dell'EB-ICZM derivano spesso da alcune tipologie di criticità:

  • Necessità di sforzi intensi e continui per coordinare le azioni di gestione in un'ampia gamma di stakeholder (ad esempio enti amministrativi e agenzie governative; programmi e progetti internazionali; programmi e progetti sociali e associazioni economiche) e settori di applicazione (ad esempio pesca, turismo, trasporti, biodiversità, conservazione);
  • Intenso lavoro da parte del gruppo di professionisti che attuano l'EB-ICZM, con particolare riferimento all’adeguamento degli orientamenti disponibili alle specificità dei diversi orientamenti ecologici e sistemi socio-economici, nonché nel renderli operativi per la loro effettiva applicazione in aree di interesse;
  • Necessità di raccogliere e gestire una quantità significativa di dati attraverso basi di dati complesse.

NEWS

Il riconoscimento della gestione ecositemica e il suo percorso in Italia

on .

La gestione ecosistemica fu introdotta fin dal 1995 dalla Conferenza delle Parti della Convenzione sulla Diversità Biologica (CBD), convenzione quadro internazionale che definisce gli obblighi generali, organizza la cooperazione tecnica e finanziaria e regola gli strumenti necessari per affrontare la perdita di biodiversità mondiale. La Convenzione, aperta alla firma nel 1992, riconosce espressamente per la prima volta che “la conservazione della diversità biologica è interesse comune di tutta l’umanità e parte integrante del processo di sviluppo” e stabilisce come obiettivi “la conservazione della diversità biologica, l’utilizzazione durevole dei suoi elementi e la ripartizione giusta ed equa dei vantaggi derivanti dallo sfruttamento delle risorse genetiche”.

Workshop con i team locali in Tunisia e Libano

on .

Nel mese di marzo l’attività del progetto MED4EBM è proseguita con il lavoro sul campo dei team locali che si occupano di EBM nelle aree di progetto. Edoardo Scepi, International expert per Amici della Terra, ha coordinato una missione in Tunisia (7-11 marzo) ed una Libano (14-21 marzo).

Workshop sulla gestione del database di progetto ad Aqaba

on .

Tra il 21 e il 25 novembre 2021 è stato organizzato un workshop nell'area di progetto MED4EBM in Giordania, incentrato sull'effettivo inserimento dei dati da parte dei partner nazionali nel software Proges ISP60. Il workshop ha coinvolto il team tecnico nazionale JREDS per l'area costiera del golfo di Aqaba in Giordania insieme ad Edoardo Scepi (database, GIS ed EBM expert) e Mattero Onori (junior GIS e database expert) come team di esperti internazionali, in collaborazione diretta con gli stakeholder locali.